Eventi Napoli

Il Velo di Iside

 

Una visita guidata accompagnata dalla lettura delle pagine del romanzo Il Velo di Iside di Fiorella Franchini, un viaggio attraverso la storia di Puteoli: dal Macellum dell’antica città, creduto per molto tempo un tempio, in seguito al ritrovamento nello scavo archeologico di una statua del dio Serapide, al Porto e al centro storico di Pozzuoli. Il molo caligoliano, oggi completamente inglobato nel nuovo porto, era il vero e proprio centro economico di Puteoli, snodo fondamentale dei traffici nel Mediterraneo. Ricordato come una delle opere di ingegneria più importanti dell’antichità, nel porto confluivano spezie, merci e uomini da tutto l’Impero, in un incontro continuo tra civiltà, culti e lingue, tra Oriente e Occidente.

Proprio questo mondo brulicante e intrigante fa da sfondo alle avvincenti storie de Il Velo di Iside. Il librosi apre e le parole ci riportano nell’affollato emporium di Puteoli, nelle domus del litorale più alla moda dell’antichità e sulle triremi della grande flotta romana di Miseno, tra banchetti,  riti sacri e vita quotidiana. Siamo nel 77 d.C. Cassia Livilla, sacerdotessa di Iside, incontra il navarco della flotta di Miseno, Valerio Pollio Isidorus, e tra i due nasce un’attrazione intensa quanto sacrilega. A lui la sacerdotessa confida di avere udito a Puteoli alcuni stranieri progettare una strage di romani per il giorno del Navigium Isidis.  L’obiettivo non è il popolo in festa per l’apertura della nuova stagione della navigazione ma una tragica, sanguinosa  umiliazione per l’immenso potere imperiale. Le parole e le suggestione dei luoghi ricreano il fascino dell’età antica, la storia si mescola all’amore e agli intrighi di potere, all’odio e alla vendetta.

 

Seguici anche su...