Eventi Napoli

Canova e l'antico

 Antonio Canova fu il grande scultore del  neoclassicismo, amante dell'arte classica che fu per lui una costante ispirazione anche attraverso la lettura e lo studio di testi antichi. Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli sono esposte circa 110 opere tra marmi, gessii, dipinti, bozzetti e disegni. Una mostra completa che apre nuove conoscenze anche dell'artista come abilissimo disegnatore: il disegno è il suo primo pensiero che si traduce poi in materia. Le opere provengono prevalentemente da Possagno ma sopratutto dall'Ermitage di San Pietroburgo, museo che possiede il maggior numero di opere dell'intero corpus canoviano. Tutte le opere sono in costante dialogo con le copie romane di originali greci che il nostro scultire ebbe modo di vedere viaggiando tra Roma e Napoli. Per i Borbone realizzò la statua equestre di Carlo III, oggi  in Piazza Plebiscito, e la splendida statua di Ferdinando I, collocata proprio nel Museo Archeologico di Napoli. Ma Canova lavorò anche per Papi, senatori e imperatori, come Napoleone Bonaparte. Possagno resta il suo tempio indiscusso, luogo dove nacque, ed è il luogo dove oggi riposa tra centinaia di gessi straordinari che furono i modelli per le sue meravigliose  opere in marmo oggi ammirate in tutto il mondo.

Seguici anche su...